News

Privacy Policy

Le mie ispirazioni – Gavin Bryars

Immagine anteprima YouTube

Non sono sicuro quanti conoscano la musica di Gavin Bryars.
Io certamente non ero fra questi, quando mi imbattei in un suo CD nel 2006.
Stavo attraversando un momento difficile della mia vita del quale ho raccontato a lungo durante un precedente post su Arvo Part.
Non è facile mantenere l’equilibrio fra semplicità e monotonia, nella musica. Spesso c’è la necessità di introdurre subito degli elementi di variazione per continuare a mantenere viva l’attenzione dell’ascoltatore. E, anche se la musica minimalista si basa proprio sulla ripetizione infinita di frammenti uguali, il rischio di cadere nella noia è molto elevato.
Questo brano non corre questo rischio.
Per qualche misteriosa alchimia, ti guida con magica semplicità attraverso tutta la sua durata. L’orchestrazione, delicatissima, aggiunge colori tenui senza distogliere l’attenzione dal protagonista assoluto di questo brano: la voce straziante e meravigliosa di un barbone senza nome che Gavin Bryars ha registrato in una metropolitana di Londra.
Per approfondimenti su questo brano, potete leggere il racconto del compositore qui.

— luglio 30, 2015

Le mie ispirazioni – Arvo Part

Immagine anteprima YouTubeHo scoperto Arvo Part nel 2006.
Vivevo a Tallinn, Estonia, e stavo affrontando un grosso crollo psicologico. Avevo il cuore infranto, ero depresso e stavo mettendo in discussione la mia vita.
Senza sorpresa, non ero più in grado di comporre una nota. Mi vedevo sospinto sulla strada dell’avanguardia pur non sentendo di appartenere a quel mondo.
Iniziai persino a soffrire d’insonnia. Passavo le notti camminando lungo strade sommerse di neve e i pomeriggi dormendo nella biblioteca dell’accademia.
Finchè scoprii Arvo Part. Seduto al tavolo con gli occhi chiusi e le cuffie alle orecchie venni travolto dalle note di questo compositore estone. Erano anni che non sentivo musica così pura ed onesta. Avevo sempre creduto che da qualche parte nel mondo doveva esserci qualche autore che mi avrebbe incantato. Finalmente l’avevo trovato.
Arvo Part mi ha dato un po’ di pace e sollievo in uno dei momenti più difficili della mia vita. Nessun autore è riuscito a comunicarmi così tanto con così poche note.

— giugno 13, 2013